Domani, 17 marzo , in tutto il mondo si festeggia St . Patrick ‘s day. San Patrizio, vescovo del V secolo , converti’ gli irlandesi al Cristianesimo, girando tutta l’isola ed evangelizzando la popolazione. Fu , poi, proclamato Santo protettore  dell’isola. Per scrivere questo articolo, ho approfondito un po’ la sua storia, e l’ho trovata molto affascinante. Gli si attribuiscono vari miracoli,

come quello di aver scacciato i serpenti dall’isola e di aver fatto fiorire il biancospino d’inverno per la prima volta, ma quello che voglio sottolineare non è un miracolo, bensì un esempio che ha usato per spiegare, agli irlandesi del tempo, la Trinità. Ebbene, lui uso’ semplicemente un trifoglio.

 

Ed è il trifoglio uno dei simboli legati all’Irlanda e alla sua festa .

Il Saint Patrick ‘s day si festeggia in tutte le parti del mondo che accolsero l’immigrazione degli Irlandesi  a metà ottocento , ovvero quando l’isola fu devastata da una enorme carestia. Si spostarono in Canada , Stati Uniti e America latina. In questi posti c’è la tradizione di fare grandi feste in questa ricorrenza perchè gli Irlandesi sono molto legati alle tradizioni , specialmente a quelle religiose. A Boston , ad esempio, città con forte  presenza di cittadini di origine irlandese, durante la festa e la bellissima parata , il fiume omonimo che la percorre , viene tinto di verde.

Si dice la” verde Irlanda” per indicare l’isola e la sua vegetazione rigogliosa e smeraldina. E verde è il colore di questa festa, che ha per simboli il trifoglio, il ferro di cavallo portafortuna e la birra !

Vediamo insieme come possiamo ispirarci a questa festa per organizzare il tuo matrimonio.

 

Innanzitutto puoi decidere se in questo stile vuoi solo il ricevimento o anche il rito del matrimonio.

 

Il rito che maggiormente corrisponde a questo stile , è il rito simbolico del matrimonio celtico, con la cerimonia in cui agli sposi vengono legati i polsi con dei nastri, cerimonia dell’handfasting , appunto. Ma non staro’ qui a spiegare questi riti. Carino pero’ è il tipico anello irlandese, il Claddagh ring, che si puo’ usare anche per il matrimonio .

 

 

E’ un anello in cui c’è un cuore incoronato tenuto tra due mani, ed è il tradizionale anello di fidanzamento.

 

E’ molto bello ed esiste in tante varianti ; ha diversi significati rispetto al modo in cui si indossa. La donna sposata lo indosserà  alla mano sinistra con la punta del cuore rivolta verso il polso.

 

La mia attenzione si sposta pero’ su altri dettagli, quelli legati al festeggiamento e al ricevimento di matrimonio. Ho preparato , con un po’ di lavoro grafico, un esempio di quello che potrebbe essere un invito informale per questo ipotetico matrimonio. Eccolo.

Ho chiaramente detto che è un invito informale. Anche perchè , chi decide di festeggiare in questo stile , poco tiene conto delle regole del galateo 🙂 . Diciamo che non è uno stile tradizionale da matrimonio, quindi nemmeno l’invito lo sarà.

La festa vedrà scorrere, infatti , fiumi di birra, rigorosamente irlandese, come la mia preferita , la Guinness, simbolo dell’Irlanda nel mondo.

E il menu’?

Beh, io adatterei anche quello. L’Irlanda è una vasta isola, ha quindi tradizioni gastronomiche di terra e di mare . Possiamo pensare a tanti piatti da offrire ai nostri ospiti , scegliendo far quelli tradizionali. Vediamone alcuni : stufato di agnello con verdure, angus,  zuppa di pesce crostacei e molluschi, stufato di manzo alla birra Guinness, aragosta dell’Atlantico, salmone, cottage pie.

Un menu’ alternativo alla nostra cucina, ma bello ricco e sostanzioso.

E i dolci? Ce ne sono di deliziosi. La Irish apple pie, appunto il dolce della festa di San Patrizio, la Irish coffee cake, la whiskey cake, fatta col Jameson whiskey  e io ci aggiungerei la Guinness cake ,

che spesso propongo ai miei familiari e che adoro.

Da bere  chiaramente birra, sidro di mele , e distillati. Insomma, un ricevimento di nozze informale e godereccio , oltre che inusuale.

Ho già detto che il colore dominante della giornata di ST. Patrick è il verde .

Niente di piu’ facile pensare ad allestimenti  di nozze che ci facciano pensare alla vegetazione irlandese. Spazio a muschio, ginestra selvatica, erica e alla mia amatissima moluccella.

La moluccella è di origine asiatica , ma comunemente si chiama la bella d’Irlanda. Errore di traduzione , in quanto il nome volgare sarebbe Ireland bells, campanelle d’Irlanda, vista la forma

dei suoi fiori, quindi “bell” come  campana, non come bella.

Un errore che pero’ si è tramandato e ha messo radici al punto da farla riconoscere anche ai fioristi con il nome di bella d’Irlanda. Credo che il nome “campanella d’Irlanda ” derivi dal fatto che un

portafortuna tipico della festa di St. Patrick è la campanella.

 

Quindi , detto questo, converrai con me che , anche se  questo fiore non ha origini irlandesi  , in un allestimento a tema ci sta benissimo!Ti  ho convinta?

Quindi verde, campanelle, quadrifogli, muschio ,natura, cibo sostanzioso , fiumi di birra e tanta tanta allegria ( I fiumi di birra servono a questo ). Magari anche qualche danza

tradizionale. La piu’ famosa è quella che si fa con delle scarpe rinforzate e scalciando ritmicamente.

Beh , direi che è da professionisti quella, ma un bel po’ di quadriglie si possono improvvisare.

Se poi vuoi, puoi pensare ad una esibizione di professionisti di danze celtiche. Insomma, modi per divertirsi ce ne sono. Pensiamo a te , adesso. Se vuoi essere una sposa in tema , puoi

indossare un abito boho chic style, sono i piu’ indicati. Se vuoi essere il piu’ possibile simile ad una sposa irlandese, devi avere  gli irish laces, i loro merletti caratteristici che si tramandano da

madre in figlia. Non lo hai ? Basta un dettaglio all’uncinetto, anche nel bouquet ad esempio.

E i capelli, lasciali fluenti e ondulati, abbelliti da foglie, fiori o dettagli preziosi.

Meglio se li hai  rossi. Rossi come solo le donne irlandesi sanno avere.

Ecco, qualche input te l’ho dato , magari non lo seguirai per il tuo matrimonio, ma una festa di addio al celibato/nubilato o un welcome party per i tuoi ospiti il giorno precedente al

matrimonio o un brunch con festa St. Patrick day style annessa il successivo, o quando torni dal viaggio di nozze…

Occasioni per festeggiare ce ne sono sempre. Importiamo questa festa  tradizionale di un popolo che ci somiglia molto, specialmente quando vogliamo divertirci.

Ti lascio con una gallery di suggerimenti per il look della sposa per un matrimonio in ST. Patrick style e altre idee carine.

 

Alla prossima

 

Melina

photos : from Pinterest