FOLLOW US

SEARCH SITE BY TYPING (ESC TO CLOSE)

Wedding Planner
(+39) 3383560073it
en

Skip to Content

Category Archives: Non categorizzato

Lavorare nel mondo del wedding

lavorare nel mondo del wedding

 

Lavorare nel mondo del wedding

è un sogno che appartiene a moltissime persone.

Ci sono tante figure professionali che ruotano in questo mondo: fiorista, musicista, fotografo, tecnico  delle luci, chef, direttore di catering, venue manager ecc.. Ma la professione più ambita è quella del wedding planner.

Si, perchè il wedding planner è la persona che crea dalle sole idee un evento importantissimo per la coppia e le loro famiglie, ne cura il planning, la scelta di tutti i fornitori, progetta gli allestimenti e tutto quello che fa sognare gli sposi.

 

Fare il wedding planner è difficile

Il risvolto della medaglia è che ha su di sé tutta la responsabilità di far quadrare il cerchio, dal momento della progettazione, dalla ripartizione del budget, dalla scelta dei fornitori, fino al grande giorno, in cui deve dirigere tutti senza posa.

Queste grandi responsabilità, oltre alla grande competenza in vari campi che un wedding planner deve avere, fatta di studio, formazione e esperienza, spesso spaventano chi nel mondo del matrimonio ci vorrebbe lavorare ma non si sente pronto ad affrontare tutto ciò.

 

Fare esperienza nel campo dei matrimoni

La soluzione? Fare un passo alla volta. Inserirsi in uno staff dei wedding planners professionisti e cominciare a prendere confidenza con un mondo che si conosce solo dal di fuori , e fare esperienza sul campo nel mondo del wedding.

Come wedding planner non mi sento di portare in evento persone all’asciutto di conoscenze ed esperienze. E’ un ruolo, quello di collaboratore in evento, che comunque richiede delle attitudini, oltre che competenze. Ho sempre portato in evento con me persone che ho formato in precedenza, attraverso i miei corsi per wedding planner, ma un corso per wedding planner è giusto che lo frequenti chi poi realmente vuole fare il wedding planner.

 

 

Giornata di formazione per collaboratori in evento

Mi è venuta  in mente questa estate un’idea : in un momento in cui si faceva fatica a formare staff per gli eventi a causa di qualche defezione di elementi già in organico, ho pensato che una giornata di formazione per collaboratori in evento sarebbe stata proprio da tenere!

Ne ho parlato inizialmente come un’idea, poi come progetto da realizzare in tempi brevi, con la collega Viviana Marfè ed insieme abbiamo deciso di organizzare la nostra  Giornata formativa  a Napoli, precisamente al Pan, Palazzo delle Arti,

https://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/16592

a Via dei Mille, una bellissima  struttura museale cittadina.

La data della giornata di formazione è stata fissata per il 17 novembre 2022, quindi, ci siamo.

Iscrizione alla giornata formativa per collaboratori in evento

Abbiamo aperto da una decina di giorni le iscrizioni e abbiamo già degli aspiranti collaboratori in evento pronti e scalpitanti . Altri risponderanno a breve. I posti sono limitati, come è giusto che sia, visto che ogni partecipante alla giornata formativa avrà la possibilità di essere con noi in eventi della prossima stagione.

Aspettiamo gli altri che volessero unirsi.

Per info puoi scrivere a me

melinamirenghi@libero.it

oppure a Viviana

 info@blineventi.it

Riceverai tutte le info necessarie in brevissimo tempo.

Speriamo di averti a bordo il 17 novembre e, a seguire, per la prossima stagione di matrimoni.

Sull’articolo di Viviana, trovi il racconto di come è andata !

https://www.blineventi.it/lavorare-con-un-wedding-planner-blin-eventi/

READ MORE

Il matrimonio in Giappone

matrimonio in Giappone

Un Paese dove la ritualità è fortissima, e, di conseguenza, nei matrimoni essa assume grande significato per la ricchezza di simboli, è il Giappone.

Siamo attratti da questo popolo che ha un suo forte stile. Uno stile fatto di movimenti lenti, coreografici , musiche d’atmosfera, minimal per alcuni aspetti, ma che si muove in ambienti enormi, sontuosi, con vestiti assolutamente “teatrali” per il proprio matrimonio.

Un matrimonio civile

Pero’ c’è un aspetto da sottolineare: a differenza dell’Italia dove esiste il matrimonio concordatario, che di fatto riconosce effetti civili al matrimonio canonico, in Giappone il matrimonio è esclusivamente civile, e si effettua in comune compilando un certificato che deve essere firmato da entrambi e da un testimone.

Riti religiosi e feste si fanno in un secondo momento e sono slegati dal punto di vista civile dal matrimonio. Il rito con cui si celebrano la maggior parte dei matrimoni è quello shintō, ma se ne celebrano anche rito buddhista.

 

Un rito intimo

Il rito del matrimonio in Giappone è considerato qualcosa di molto intimo, ed è per questo motivo che alla cerimonia partecipano solo i familiari degli sposi, i parenti più stretti e i testimoni. Il resto degli invitati raggiunge gli sposi al ricevimento per i festeggiamenti.

La cerimonia inizia con un rituale di purificazione: il celebrante agita sulla testa dei presenti un ramoscello di camelia considerata sacra, dopo di che la sposa e lo sposo si scambiano per tre volte una tazza di sake,  https://it.wikipedia.org/wiki/Sak%C3%A8 ,dalla quale entrambi dovranno bere, secondo il rito del san-san-kudo ,che simboleggia l’unione tra i due sposi, e tra le due famiglie.

Dopo di che, lo sposo fa le promesse per entrambi, il sacerdote dona il ramoscello di camelia, e segue a questo punto lo scambio degli anelli nuziali (usanza introdotta di recente nella cerimonia, su emulazione della tradizione occidentale). Infine gli sposi, dopo due inchini, faranno passare di mano in mano il ramoscello che sancirà l’unione tra tutti i membri della famiglia. Concluso questo rituale la coppia è considerata sposata.

abiti tradizionali matrimonio in Giappone

Gli abiti tradizionali

Sia la sposa che lo sposo indossano i tradizionali kimono da cerimonia e, secondo una tradizione chiamata oironaoshi , ci si cambia d’abito per quattro volte.

La sposa di solito indossa lo shiromuku , il tradizionale kimono da cerimonia bianco.

L’altro abito tradizionale da sposa è l’irouchikake , che si differenzia dall ’altro per i suoi sgargianti colori, ed è realizzato con un tipo di broccato in seta piuttosto spesso e pesante con l’orlo sul fondo di esso leggermente imbottito, spesso decorato con motivi di gru, che vengono considerate di buon auspicio per la coppia per una vita coniugale lunga e serena. Quest’ultimo viene spesso preferito per le cerimonie buddhiste o civili, oppure usato dopo quello bianco per il ricevimento.Poi vengono indossati anche abiti di foggia occidentale, rigorosamente a noleggio.

Lo sposo invece indossa una specie di gonna nella versione matrimoniale a righe bianche e nere, un soprabito, e il kimono nero decorato con gli stemmi di famiglia, molto formale.

Sopra l’acconciatura tipica, chiamata bunkin takashimada, la sposa solitamente indossa tsunokakushi copricapo di seta bianca molto voluminoso.

 

 

sposa giapponese

 

Ti affascinano le tradizioni di altri paesi per il matrimonio? All’interno di questo blog trovi un articolo sul matrimonio cinesehttps://www.melinamirenghi.it/2020/04/28/tradizioni-e-usanze-del-matrimonio-cinese/ e uno su quello ebraico. https://www.melinamirenghi.it/2020/05/01/matrimoni-nel-mondo-il-matrimonio-ebraico/

Buona lettura

READ MORE

Partecipazioni di matrimonio & Co. : parliamone.

Il mondo della stationery per il matrimonio, è variegato  e pieno di insidie. Partiamo dal ragionare sulle partecipazioni e facciamo chiarezza.

Partecipazioni o inviti?

Molti pensano siano la stessa cosa, ma non è così. Lo dice la parola stessa : le partecipazioni “rendono partecipi”, ovvero, annunciano che si sta per celebrare il

matrimonio di, mettiamo caso, Renzo e Lucia. Ci comunicheranno la data  e il luogo della celebrazione, chiaramente il nome degli sposi, e l’indirizzo delle loro residenze.

READ MORE

Il tema viaggi , ora si chiama wanderlust style

 

 

 

Da qualche anno, sempre più spesso, troviamo sul web foto e spunti su matrimoni a tema viaggi.

Spesso, però, il tema viaggi è scelto da coppie che non trovano un tema adatto al proprio matrimonio e ripiegano su questo ( o sul tanto abusato tema fiori ).

Vi dico un segreto: non è necessario avere un tema per il matrimonio!!! 🙂

Il matrimonio deve avere uno stile definito, un mood, una ispirazione , ma non necessariamente un tema.

Anche perchè non è una festa di compleanno di un seienne.

READ MORE

Il photobooth! Un angolo divertente al tuo matrimonio.

L’angolo del photobooth è, ormai, un must have di ogni matrimonio. 

Ci sono tanti modi per organizzarlo.

READ MORE